Manuel Roccon

ICT & Cyber Security Specialist

DFS e Replica in Windows Server 2019

In questa guida vedremmo come configurare il servizio DFS su Windows Server 2019.

Spazi dei nomi DFS è un servizio ruolo di Windows Server che consente di raggruppare le cartelle condivise situate in server diversi in uno o più spazi dei nomi strutturati logicamente. In questo modo gli utenti hanno a disposizione una vista virtuale di cartelle condivise in cui file situati in più server sono accessibili da un unico percorso, utilizzando un namespace o spazio dei nomi.

Elementi della tecnologia degli spazi dei nomi DFS

Inoltre con tale tecnologia è possibile replicare il contenuto disponibile nei percorsi logici su più nodi. Questo garantisce un alta disponibilità delle directory e del loro del contento anche se un nodo non sia più raggiungibile.

Innanzi tutto predisponiamoci di 2 nodi con Windows Server 2019.

Per ciascun nodo aggiungiamo il ruolo Replica DFS e Spazzi dei nomi DFS.

Dopo aver installato su entrambi i ruoli accediamo alla Gestione DFS dal node SRVDFS01.

Ora andiamo a definire un Nuovo Spazio Dei Nomi

Selezioniamo il server che ospiterà il namespace:

E definiamo un nome per lo spazio dei nomi:

Selezioniamo lo spazio dei nomi basato su dominio. Il percorso sarà accessibile tramite il name space \\roccon.local\Corp:

Una volta finalizzata la configurazione dal pannello saranno visualizzate tutti i namespace configurati:

Ora andiamo ad aggiungere l’altro nodo allo spazio dei nomi di \\roccon.local\Corp.

Ora procediamo nel creare un nuovo gruppo replica.

Il gruppo replica ha il compito di mantenete sincronizzate le directory che andremmo a configurare.

In questo caso andremmo a replicare la directory CompanyDocs presenti nei rispettivi server.

Continuiamo creando un gruppo di replica multinazionale:

Inseriamo un nome per il gruppo che stiamo creando:

Aggiungiamo i server da mantenere replicati:

Selezioniamo la tipologia a maglia completa:

Qui possiamo definire delle regole su larghezza di banda oppure opzioni di replica:

Impostiamo il membro primario:

Adesso aggiungiamo le cartelle da replicare, in questo caso abbiamo creato una directory in C:\CompanyDocs che utilizzeremo:

Selezioniamo la directory degli altri server, in questo caso SRVDFS02, e selezioniamo la directory C:\CompanyDocs appositamente creata:

Verifichiamo le configurazioni prima di applicarle:

Applichiamo le modifiche:

A questo punto abbiamo sincronizzato le directory C:\CompanyDocs in entrambi i server.

Aggiungendo o modificando il contenuto nelle rispettive directory dei due nodi le modifiche verranno reciprocamente replicate.

Ora pubblichiamo la directory nello spazio dei nomi, in modo da poter utilizzare un unico percorso logico per accedere ai dati contenuti in quella directory.

Inseriamo in nome della nuova cartella accessibile via name space.

Verifichiamo e applichiamo le configurazioni.

A questo punto la directory sarà accessibile al percorso \\roccon.local\Corp\CompanyDocs. Accedendo a questo percorso sarà possibile accedere ai file che sono mantenuti replicati su entrambi i nodi.

Ogni modifica aggiunta in questa directory logica verrà replicato su entrambi i server. Se uno dei due nodi dovesse non essere più raggiungibile il contenuto sarà comunque sempre disponibile. Appena il nodo ritornerà online, il contenuto verrà replicato sul nodo stesso con le ultime modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.